DesignProgettare un giardino: idee per uno spazio verde spontaneo e vivace

11 Maggio 2018by Marie Maison0

Per Marie Maison il giardino è un luogo della casa che va vissuto e contemplato. L’intervento di Maria Linguanti sugli spazi verdi è un modo di concepire l’esperienza abitativa secondo i ritmi della natura. L’equilibrio formale, l’ordine delle piante e dei fiori, seguono un’armonia apparentemente caotica, che risulta invece allineata a una vita sinergica con gli elementi naturali.

Ecco qui qualche idea per ottenere una casa sempre circondata di vivacità e bellezza spontanea

Come progettare un giardino spontaneo e naturale?

Prima di ogni intervento è necessario osservare la struttura del giardino. La sua forma infatti è la prima fonte di ispirazione. Per struttura intendo l’organizzazione naturale dell’ambiente nel quale è inserito lo spazio verde. Se il cliente vuole un giardino “pettinato”, cioè pulito, minimale, essenziale, allora si cerca di strutturare gli elementi dando l’idea di ordine e pulizia, disponendoli in modo che sia manifesto un chiaro intervento umano.

Questo modo di progettare è per me poco interessante però. Io preferisco sempre ottenere un’area verde apparentemente selvaggia e disordinata, che abbia un aspetto naturale, con un carattere caotico ma organizzato. Così si lascia che il giardino viva una vita propria ed è anche utile per ridurre la manutenzione e il tempo da dedicarci perché si mantiene in ordine da sé, rimanendo comunque bello anche se non lo si cura ossessivamente, come è richiesto invece ai giardini pettinati. Procedendo in questo modo, la posizioni degli elementi all’interno del giardino, come le pietre o le piante, devono certamente essere scelte con accuratezza, ma allo stesso tempo devono dare l’impressione che si siano poggiate lì spontaneamente e che siano arrivate lì con una volontà naturale. Quello che conta è la forma finale non la mano che l’ha disegnato. Nei miei interventi cerco di ridurre al minimo l’idea di un intervento umano, per favorire l’impressione di un ordine di bellezza che sgorga spontaneo e naturale.

Il giardino disordinato dà gioia attraverso i fiori, i profumi e i cespugli, e lo si può vivere meglio senza avere la paura di corromperlo calpestandolo o inserendo oggetti di altro genere come le sedie. Mi piace quando il giardino induce a una vita spontanea e leggera dove il contrasto, il disordine o la mancanza di cura non venga percepita come errore o sciatteria, ma come ricchezza.

Quali piante consiglieresti per un bel giardino?

Le piante da inserire per me sono sempre alberi da frutto, perché fioriscono e profumano, perciò la passeggiata in giardino diventa un’esperienza che coinvolge tutti i sensi, dalla vista all’olfatto. La fortuna di avere un giardino a disposizione è proprio quella di rigenerarsi ed essere circondati da bellezza naturale. Poi pensate ai nostri frutti, ai nostri agrumi, ai nostri profumi di zagara d’arancia e la fortuna che abbiamo di averli in Sicilia. Scegliere sempre le piante siciliane è bello e conveniente perché si adattano meglio al nostro habitat e il giardino si mantiene in vita più a lungo, così necessita una manutenzione più economica sia in termini di denaro sia in termini di tempo dedicato alla sua cura.

Progettare un giardino

Un giardino, oltre a essere bello può essere anche utile?

Introdurrei anche delle zone dedicate alle piante commestibili, per coniugare la praticità dell’orto con la bellezza formale del giardino. In questo modo lo si può vivere interamente, perché fa parte della casa e va attraversato come fosse una stanza, non tenuto come una suppellettile inutile messo su un piedistallo. 

Inoltre, se si vuole un giardino sempre colorato, è importante scegliere piante diverse che fioriscono in ogni periodo dell’anno. Per fare questo è importante scegliere anche gli angoli adatti per il loro posizionamento. Spesso una pianta muore perché è messa nel posto sbagliato. Il luogo è fondamentale se si vuole avere la loro vita più lunga e più sana e quindi un giardino sempre bello, vivace, colorato e profumato. Questo non l’ho imparato sui libri, ma osservando la natura, che va sempre ascoltata e interpretata. Attraverso l’esperienza e l’intuito ho compreso i processi naturali che favoriscono il vigore spontaneo del giardino.  Inoltre mi avvalgo della presenza di agronomi e giardinieri qualificati, per scegliere insieme il posizionamento più adatto, in modo da coniugare l’ordine estetico con il ciclo naturale. Comporre un giardino è un’arte molto delicata che va praticata con pazienza e progettualità impeccabile.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

MARIE MAISON
SICILIAN DESIGN

Marie Maison Sicilian Design eredita trent’anni di esperienza nel settore dell’arredamento, tanto nella selezione di oggetti e complementi di qualità, quanto nella creazione di linee originali e artigianali, che nutrono un lavoro di consulenza e progettazione su misura. L’attenzione ai particolari, la scelta di materiali di pregio e la preziosa collaborazione con sapienti maestranze dà vita a uno stile originale, dalla personalità inconfondibile.
CONTATTI
Via Modica-Ispica, 15 97015 Modica